News

Udifarm > News > Non categorizzato > Vi sentite tristi e depressi senza motivo? E se esistesse l’interruttore del Buonumore?!

Quante volte abbiamo desiderato essere di buonumore e siamo stati alla ricerca della felicità? 

Come ben sappiamo la felicità è momentanea ed è legata ad una serie di tanti piccoli incastri nelle mutevoli variabili delle nostre vite.

Spesso però accade che inspiegabilmente il nostro buonumore precipita alcune volte senza un motivo reale e di punto in bianco ci sentiamo tristi o depressi e vediamo la giornata come storta o negativa. 

Ebbene un neuroscienziato italiano e precisamente un ricercatore sardo Graziano Pinna presso l’Università  dell’Illinois a Chicago, ha individuato il recettore PPAR-alfa che sarebbe alla base della regolazione delle emozioni. Sono stati effettuati degli esperimenti su dei topi socialmente isolati ottenendo marcati effetti antidepressivi e ansiolitici. Attivando questo recettore si stimolerebbe la produzione di allopregnanolone, un tranquillante endogeno coinvolto nella depressione e che, è da poco diventato il farmaco principale nel trattamento della depressione post parto. 

Graziano Pinna ha dimostrato che l’attivazione del PPAR-alfa aumenta la concentrazione di allopregnanolone nell’ippocampo e nell’amigdala che sono le aree cerebrali che controllano l’ansia e la paura, diminuendo non solo le stesse ma producendo anche uno stato di benessere psicofisico e di allegria. 

In commercio sono già presenti i fibrati che sono dei farmaci in grado di attivare questo recettore e che vengono utilizzati per ridurre il colesterolo nel sangue.  Come dice Graziano Pinna si tratta comunque di una scoperta molto preziosa che può aprire le porte a tanti nuovi sviluppi di terapie antidepressive, ansia e stress post-trauma. Gli auguriamo di proseguire efficacemente nei suoi studi!

#buonumore #pparAlfa #GrazianoPinna #RecettoreCervello #InterruttoreUmore #ippocampo #amigdala #fibrati
#Udifarm #MaurizioSerra

Fonte: Biological Psychiatry il 13 febbraio 2019